Un progetto del Centro Einaudi
dedicato allo sviluppo
e al futuro delle città

Banca dati

Mobilità

Negli ultimi due decenni si è assistito ad un calo del tasso di motorizzazione in gran parte dei capoluoghi metropolitani del Centronord; mentre tale tasso è cresciuto in molti capoluoghi del Sud. Nel caso di Torino, il numero di autovetture ogni 1.000 abitanti è sceso dalle 645 del 2000 ad un minimo di 599 nel 2010, per poi salire fino alle 658 del 2018: è il più alto tra i capoluoghi metropolitani dopo Catania (715). Il capoluogo piemontese è, tuttavia, la città che presenta, nel 2018, l’incidenza più alta di auto Euro VI ed una bassa incidenza di modelli pre Euro V.

Nell’area torinese è in corso una ripresa significativa del trasporto pubblico: con la progressiva attivazione della linea 1 del metrò, si è nettamente invertito il trend di forte calo dei passeggeri; nel 2018, i mezzi pubblici torinesi hanno registrato 281 milioni di passeggeri paganti; di questi, circa un sesto (42,5 milioni) ha utilizzato la metropolitana. Nel confronto con le altre città metropolitane, per quanto riguarda l’offerta di trasporto pubblico, Torino è al quarto posto nel 2018 (era quinta tre anni prima) per numero di posti-km offerti per abitante; al primo posto c’è Milano con un’offerta di posti più che doppia rispetto a quella torinese.

 

Per una spiegazione dei dati e dei termini presenti nelle tabelle, si consulti il Glossario.

  

(aggiornamento: Ottobre 2020)

Diventa nostro amico su Facebook

Banca dati

bdrgr-final-logo-transparent

 

ACCEDI>

Partners

Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x