Un progetto del Centro Einaudi
dedicato allo sviluppo
e al futuro delle città

Banca dati

Mobilità

Negli ultimi due decenni si è assistito ad un calo del tasso di motorizzazione in gran parte dei capoluoghi metropolitani del Centronord; mentre tale tasso è cresciuto in molti capoluoghi del Sud. Nel caso di Torino, il numero di autovetture ogni 1.000 abitanti è sceso dalle 645 del 2000 ad un minimo di 599 nel 2010, per poi salire fino alle 677 del 2017: è il più alto tra i capoluoghi metropolitani dopo Catania (702). Il capoluogo piemontese è, tuttavia, la città che presenta, nel 2017, l’incidenza più alta di auto Euro VI e la minor incidenza di modelli pre Euro V.

Nell’area torinese è in corso una ripresa significativa del trasporto pubblico: con la progressiva attivazione della linea 1 del metrò, si è nettamente invertito il trend di forte calo dei passeggeri; nel 2017, i mezzi pubblici torinesi hanno registrato 260 milioni di passeggeri paganti; di questi, circa un sesto (42 milioni) ha utilizzato la metropolitana. Nel confronto con le altre città metropolitane, per quanto riguarda l’offerta di trasporto pubblico, Torino è al quarto posto nel 2017 (era quinta due anni prima) per numero di posti-km offerti per abitante; al primo posto c’è Milano con un’offerta di posti più che doppia rispetto a quella torinese.

Per visualizzare il dossier completo clicca qui

Per una spiegazione dei dati e dei termini presenti nelle tabelle, si consulti il Glossario.

  

(aggiornamento : ottobre 2019)

Diventa nostro amico su Facebook

Banca dati

bdrgr-final-logo-transparent

 

ACCEDI>

Partners

Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x