Un progetto del Centro Einaudi
dedicato allo sviluppo
e al futuro delle città

Banca dati

Formazione

La popolazione scolastica, dai nidi alle superiori, iscritta nel capoluogo torinese risulta essere pari a 134.747 allievi, altri 191.377 sono iscritti a scuole del resto della provincia. Benché negli ultimi anni si registri una lieve flessione del numero complessivo di allievi (dovuta soprattutto a cali di iscritti nei nidi e nelle scuole dell’infanzia), raffrontando i dati complessivi con quelli di dieci, ma soprattutto di vent’anni prima, la popolazione scolastica risulta nel complesso cresciuta: +17,6% nel capoluogo, +7,1% nel resto della provincia.

Tale ripresa è giustificata in parte dalla lieve ripresa demografica (soprattutto grazie ai figli di famiglie straniere), in parte dall’aumento dei tassi di scolarizzazione alle superiori e ai nidi (dov’è cresciuta in modo rilevante l’offerta, specie grazie al settore privato, con micronidi, baby parking, nidi famiglia).

Analizzando i dati nel breve periodo, si nota come nell’anno 2016/2017 si registri per il secondo anno consecutivo una lieve flessione degli iscritti alle scuole dell’infanzia ed alle scuole primarie; mentre sono ancora in crescita gli alunni delle secondarie di primo e secondo grado.

Quanto all’offerta di posti negli asili nido, l’Italia risulta nettamente spaccata in due, con pochi posti disponibili nei capoluoghi metropolitani del Mezzogiorno. (Tabella 01.01). Tra quelli centrosettentrionali, Torino ha un livello di offerta piuttosto basso e, contemporaneamente, le tariffe medie in assoluto più alte. Considerando congiuntamente offerta di posti e tariffe d’iscrizione, è possibile dunque costruire una sorta di indice “di accessibilità” ai nidi, che risulta massimo a Roma e a Milano , mentre Torino (con Genova) presenta valori bassi.

Nel caso delle scuole superiori, a Torino città si è registrato negli ultimi decenni uno spostamento di interesse di famiglie e ragazzi verso i licei scientifici, i cui iscritti (nel 1997 pari al 19% di tutti gli studenti delle superiori) sono oggi pari al 24%. In calo costante, viceversa, gli iscritti a istituti tecnici e professionali: vent’anni fa erano entrambi pari al 30% degli studenti delle superiori, oggi il loro peso sul totale è sceso, rispettivamente, al 25% e al 23%. Tra gli indirizzi in aumento di iscritti vi sono anche i Licei artistici (grazie anche alla riconversione di ex Istituti d’arte) e la categoria “altri indirizzi” (soprattutto grazie a una forte crescita dei Licei linguistici).

Segnali positivi continuano ad arrivare dal sistema universitario, con un pressoché costante aumento di iscritti in entrambi gli atenei torinesi, particolarmente accentuato al Politecnico, che registra (grazie a Ingegneria) il maggior aumento tra gli atenei metropolitani “storici”: +30,3% di studenti tra il 2000 e il 2017 (all’Università di Torino: +8,8%).

Tra i Corsi di laurea torinesi, quello quantitativamente più rilevante è di gran lunga Ingegneria, con un numero di iscritti quasi doppio rispetto a Economia e a Medicina, che a loro volta precedono piuttosto nettamente Giurisprudenza, Lettere e Scienze Mfn. Rispetto al 2000, sono cresciuti soprattutto i corsi di laurea in Medicina (+95%), quindi in Scienze Politiche (+54%), Ingegneria (+50%), Lingue (+46%), Economia (+36%); in calo, viceversa, Architettura (-21%), Lettere (-25%) e soprattutto Giurisprudenza (-30%).

Relativamente all’entrata nel mondo del lavoro, i neolaureati del Politecnico di Torino si inseriscono molto rapidamente (benchè meno dei laureati in Scienze motorie): a un anno dal conseguimento del titolo, tre quarti di essi lavorano e sono pochissimi coloro che cercano un’occupazione (quota invece molto elevata tra i laureati in Architettura 32,5%, Psicologia 35% e Giurisprudenza 37,5%). In alcuni casi (ad esempio tra i laureati in Scienze, Farmacia, Geologia) è anche piuttosto alta la quota di chi né lavora né sta cercando lavoro, in quanto impegnato in percorsi formativi post lauream, tirocini o analoghi percorsi.

Per una spiegazione dei dati e dei termini presenti nelle tabelle, si consulti il Glossario.

 

(Aggiornamento : Luglio 2018)

Diventa nostro amico su Facebook

news

Banca dati

bdrgr-final-logo-transparent

 

ACCEDI>

Partners

Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x