Un progetto del Centro Einaudi
dedicato allo sviluppo
e al futuro delle città

Storia del Rapporto

Il Rapporto Giorgio Rota su Torino accompagna dal 2000 la trasformazione della città, cercando ogni anno di leggerne successi e fallimenti, traguardi raggiunti e nuovi obiettivi. Da sempre sostenuto dalla Compagnia di San Paolo, il Rapporto è stato realizzato dall'associazione L'Eau Vive e dal Comitato Giorgio Rota, divenuto in seguito Fondazione Rota. Nel 2012 la Fondazione è confluita nel Centro Einaudi; ciò non rappresenta la chiusura di un percorso, bensì l'avvio di un nuovo ciclo, per dare continuità e maggior forza al progetto del Rapporto, nonché alla memoria dell'economista torinese, che del Centro è stato uno degli animatori. Nel 2016 il Rapporto Giorgio Rota su Torino oltre al sostegno della Compagnia di San Paolo ha ottenuto anche il contributo di Banca del Piemonte.

Il Rapporto nel corso degli anni ha sviluppato una rete scientifica che è andata consolidandosi nel tempo: dal 2010 collabora con il Dist – Dipartimento interateneo di scienze progetto e politiche del territorio del Politecnico e dell'Università di Torino e con l'Ires Piemonte. Negli anni passati ha preso parte ad iniziative e ricerche all'interno della rete 4t Think Tank Torino Territori, collaborando, in particolare, con Torino Nordovest e Eupolis.

Dal 2014 il Rapporto Giorgio Rota ha studiato ed analizzato altre città.

Il Centro Einaudi e SRM-Studi e Ricerche per il Mezzogiorno, centro studi collegato al gruppo Intesa Sanpaolo con sede a Napoli, nel corso del 2013 hanno progettato la realizzazione di un Rapporto annuale sulla città di Napoli grazie al supporto della Compagnia di San Paolo e dell'Unione Industriali di Napoli. Il Primo Rapporto Giorgio Rota su Napoli è stato presentato il 16 luglio 2014 presso l’Unione Industriali di Napoli. Nel corso del 2015 lo stesso gruppo di lavoro ha progettato ed elaborato il Secondo Rapporto Giorgio Rota su Napoli che è stato presentato il 10 febbraio 2016.

L’idea di pubblicare un rapporto sull’innovazione territoriale sostenibile dell’area metropolitana romana nasce dalla collaborazione avviata tra il Centro Einaudi, l’Ires nazionale di Roma e il Dipartimento di Studi Urbani dell’Università di Roma Tre, partner promotori dell’Osservatorio per la Metropoli, che con il gruppo di ricerca torinese si è collocato nell’alveo delle attività della COST Action IS1007 (European Cooperation in the field of Scientific and Technical Research), un’iniziativa europea di durata quadriennale (maggio 2011- maggio 2014). Con il sostegno di Compagnia di San Paolo, UnIndustria Lazio e la CCIAA di Roma, il Primo Rapporto Giorgio Rota su Roma è stato presentato il 13 novembre 2014 a Roma presso il Palazzo dei Congressi, nell’ambito della “due giorni” organizzata da Unindustria/Unirete.

I Rapporti Giorgio Rota su Napoli e Roma sono pubblicati on line  sul sito www.rapporto-rota.it.

Nel 2016 è stata creata una nuova sezione del sito, contributi, dove vengono raccolti tutti i saggi, articoli, report e paper dove il gruppo di ricerca del Rapporto Giorgio Rota è co-autore. Si tratta di pubblicazioni nate in partnership con altri enti di ricerca.

Nello stesso anno è iniziata una collaborazione tra La Stampa e il Rapporto Rota per descrivere, dati alla mano, le più recenti dinamiche del territorio torinese su varie tematiche. I ricercatori del Rapporto, a stretto contatto con i gionalisti del quotidiano, realizzano degli approfondimenti che vengono pubblicati sul giornale.

Diventa nostro amico su Facebook

news

Banca dati

bdrgr-final-logo-transparent

 

ACCEDI>

Centro Einaudi - news

Osservatorio

osservatorio sugli effetti sociali della crisi

Partners

Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x