Un progetto del Centro Einaudi
dedicato allo sviluppo
e al futuro delle città

News ed Eventi

20 Gennaio 2014

Smart city. Ibridazioni, innovazioni e inerzie nelle città contemporanee

 A fine 2013 è uscito il volume Smart city. Ibridazioni, innovazioni e inerzie nelle città contemporanee, curato da Marco Santangelo, Silvia Aru, Andrea Pollio, nel quale vi sono i contributi di Silvia Crivello e Luca Staricco, ricercatori del Rapporto Giorgio Rota su Torino.

Il volume esamina il paradigma della smart city affrontando due ordini di problemi.
Prima parte: qual è l'origine della smart city? Come è stato possibile il passaggio da un'idea inizialmente vaga e debole di smartness – legata al miglioramento delle performance urbane in ambiti molto diversi (dal welfare all'efficientamento energetico) – a politiche e programmi che vedono nella smart city la "migliore delle città possibili"?
Seconda parte: a partire dall'analisi delle pratiche smart, sono rilevabili caratteristiche proprie del paradigma, o si tratta di un insieme di esperienze in linea con il modello neoliberale dominante di fare e pensare la città? Essere smart implica continuare, con un po' più di tecnologia, con le stesse dinamiche di sviluppo urbano che sono parte integrante della profonda crisi economica, sociale e politica degli ultimi cinque anni o può (e deve) significare altro?

Silvia Crivello ha scritto il capitolo "Circolazione, riproduzione e adattamento di un'idea di città smart". Luca Staricco ha firmato il capitolo "Smart mobility".

Marco Santangelo, Silvia Aru, Andrea Pollio (a cura di), 2013, Smart city. Ibridazioni, innovazioni e inerzie nelle città contemporanee, Carocci, Roma.

 

Diventa nostro amico su Facebook

Banca dati

bdrgr-final-logo-transparent

 

ACCEDI>

Partners

Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x